Skip to content

Be wizard 2011 – Impressioni a caldo

13 marzo 2011

Be-wizard 2011

Se quando finisce un evento provi una sorta di frustrazione perchè quello che hai fatto fino ad ora è sbagliato o comunque non sufficiente, significa che quell’evento è stato veramente un gran bell’evento che ti ha lasciato qualcosa.

Sono tornato da San Marino dopo una due giorni fantastica. Il Be-wizard non è stato un semplice convegno sul web ma “17 ore di pura formazione” [cit. Anthony Smith].

Voglio complimentarmi con l’organizzazione per la qualità degli ospiti e degli interventi, ci sono stati piccoli difetti (vedi ressa per il coffe break e intervento super marketta sulla PNL) ma decisamente perdonabili nel complesso.

Dopo le dovute presentazioni da parte di Enrico Pozzi, direttore commerciale di Titanka! (società organizzatrice dell’evento insieme a Promozione alberghiera Rimini e Semplify), sale sul palco Anthony Smith che sarà la guida dell’intero evento. Non poteva essere scelto un moderatore migliore: presenza sul palco, energia, umiltà e, nonostante non fosse esperto del mondo web, ha saputo affrontare bene ogni situazione.

Gli ospiti? Faccio soltanto alcuni nomi: Avinash KaushikRand FishkinHannah Smith, Marcus Tandler e Niels Dörje.

Prima di affrontare gli argomenti nel dettaglio con altri post, vorrei buttar giù qualche frase e concetto a caldo che mi hanno particolarmente colpito:

  • Se usi il flash sul tuo sito un cagnolino muore. [Avinash]
  • Marketing persuasivo: crea valore, stabilisci relazioni, ottieni nuovo valore. [Filippo Toso]
  • Foursquare lo può usare qualsiasi commerciante. Se non lo usa è un problema suo. [Giovanni Cappellotto]
  • L’e-commerce crescerà sempre di più, l’intermediazione commerciale è soltanto un costo inutile. [Giovanni Cappellotto]
  • Ottimizzare il sito per safari è un must, lo usano gli utenti che possono spendere. [Avinash]
  • Se non sai dove stai andando, allora ogni direzione sembra giusta. [Avinash]
  • Stabilisci bene gli obiettivi del sito, attribuisci un valore economico agli stessi, costruisci il sito di conseguenza. Non accettare clienti che non vogliono strutturare un progetto in questo modo. [Avinash]
  • SEO: I backlinks e le ottimizzazioni onsite contano sempre meno. Il contenuto continua ad essere il re ma il mondo social è e sarà sempre più importante. Crea un sito semplicissimo, usabile, navigabile.  [Rand Fishkin]
  • Article marketing? dimenticatevelo. [Marcus Tandler]
  • Chi di voi continua a guardare la keyword density? Vergognatevi! [Rand Fishkin]
  • Smettetela di comprare links. Comprate i siti interi. [Marcus Tandler]
  • Se il flash uccide un cagnolino, un sottodominio per il posizionamento internazionale uccide un bambino. [Hannah Smith]
  • Le persone ricordano il 10% di quel che leggono, il 20% di quel che sentono, il 30% di quel che vedono. E le persone ricordano il 50% di quel che vedono e sentono. [Paolo Zanzottera]
  • Usa i video nella tua strategia web. I video sono SEO friendly, sociali e (potenzialmente) virali. [Paolo Zanzottera]
  • Attualmente l’Italia ha lo 0% di ricerche universali per lo shopping su Google. Quanto ancora durerà? [Niels Dörje] (il quanto ancora durerà l’ho aggiunto io).
  • Da google news arriva il 15-20% del traffico, il resto arriva dalla universal search. Rifletteteci. [Niels Dörje]
  • Nei tuoi investimenti web dedica l’80% per quello che già funziona, il 20% per la sperimentazione. [Avinash]
  • Lavora sul brand, costruiscilo, diventa una marca. (questo concetto è uscito più volte da più persone)

Adesso che dire. Come si fa a fare un solo post per il be-wizard?

A presto.

I relatori del Be wizard

Annunci
10 commenti leave one →
  1. labarbaraz permalink
    13 marzo 2011 22:28

    # SEO: I backlinks e le ottimizzazioni onsite contano sempre meno.
    # Article marketing? dimenticatevelo.
    # Smettetela di comprare links. Comprate i siti interi.

    caspita…vogliamo saperne di più!

    • Stefano Struia permalink*
      13 marzo 2011 22:38

      Certo,
      approfondirò sicuramente, anche perchè devo scriverlo prima di dimenticarmelo! 😛

  2. Rosa Mammoli permalink
    14 marzo 2011 09:36

    Sì, anche io sono curiosa della riflessione sull’article marketing? Se i contenuti sono sempre più importanti, perché tralasciarlo? Dici di farlo a favore dei mezzi conquistati? Parla, fellone! O la Verità o la vita!

    • Stefano Struia permalink*
      14 marzo 2011 10:19

      “Dimenticatevi dell’article marketing” come strategia per migliorare il ranking sui motori.

  3. 14 marzo 2011 10:17

    Grande Stefano, basterebbe anche solo questo elenco per ricordare tutto l’evento a chi l’ha vissuto!
    Mi fa piacere averti conosciuto, spero di rivederci presto!

    • Stefano Struia permalink*
      14 marzo 2011 10:22

      Grazie Enrico, anche a me ha fatto molto piacere incontrarti

  4. 16 marzo 2011 17:46

    Ciao Stefano, il tuo Post trasuda entusiasmo da tutti i pori !

    Attendo con impazienza di leggere gli approfondimenti.

    Andy Cavallini
    http://meetingdelleidee.wordpress.com

    • Stefano Struia permalink*
      17 marzo 2011 00:54

      Grazie Andy,
      prometto! Ma è il tempo che mi manca. 🙂

Trackbacks

  1. Secondo giorno al bewizard: area business | Elena Farinelli
  2. Quello che a Panda piace (e forse piace pure a noi) | Apogeonline

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: